Soddisfatti gli agricoltori veronesi per gli esiti delle elezioni dei Consorzi di Bonifica dello scorso 15 dicembre a cui hanno fatto seguito i consigli di amministrazione per le elezioni del presidente. La novità di questa tornata elettorale è stata la 
presentazione di liste elettorali che univano i candidati
 delle maggiori associazioni del comparto agricolo: Coldiretti, Confagricoltura e Cia-agricoltori italiani.

Come presidente del Consorzio di Bonifica Veronese è stato eletto all’unanimità lo scorso 27 gennaio Alex Vantini di 28 anni, già presidente provinciale e regionale nonchè vicepresidente nazionale di Giovani Impresa Coldiretti. Il suo vicepresidente è Umberto Parodi, di Concamarise, esponente di Confagricoltura, anche lui eletto all’unanimità.

A completare il nuovo Consiglio di Amministrazione dell’ente consortile che si occupa di irrigazione e di tutela idraulica per sessantacinque Comuni della provincia scaligera saranno Luca Melotti di Isola della Scala e Raffaele Pettene di Cerea.

A comporre l’Assemblea del Consorzio di Bonifica Veronese vi saranno anche il Sindaco di Castagnaro Andrea Trivellato, il Vicesindaco di Gazzo Veronese Claudio Bellani ed il Sindaco di Negrar Roberto Grison. Il Sindaco di Bovolone Emilietto Mirandola entra invece in Consiglio di Amministrazione.

“Rappresento una nuova generazione di giovani imprenditori agricoli –evidenzia Alex Vantini – che vuole assumere un ruolo da protagonista anche negli enti che operano nel mondo dell’agricoltura. Troppe volte sento dire che i giovani non sanno assumersi le responsabilità legate al cambio generazionale: ecco, io voglio dare un segnale differente”. “Il mio intento come presidente –aggiunge Vantini – è quello di proseguire nel solco della buona amministrazione degli ultimi anni, e anche per questo ringrazio il mio predecessore Antonio Tomezzoli. Punteremo molto su un lavoro di squadra, facendo grande sinergia con il mio Vicepresidente e con il Consiglio di Amministrazione. Coinvolgendo in maniera costante l’intera assemblea, anche attraverso l’opera delle Commissioni che andremo a creare. Il tutto in stretta collaborazione con la Direzione e con l’intera struttura amministrativa e tecnica del Consorzio di Bonifica Veronese”.

La nuova assemblea del Consorzio di bonifica Alta pianura veneta ha confermato alla sua guida, come presidente, Silvio Parise, vicentino, 63 anni, imprenditore florovivaistico di Montecchio Maggiore. Alessandro Lunardi, che era stato consigliere nel mandato precedente, è il nuovo vice presidente e il Consiglio di amministrazione si completa con Stefano Berton (pure consigliere uscente), Pierluigi Ponzio, Eugenio Gonzato (sindaco di Villaga in rappresentanza dei sindaci).

Il Cda non è però completo perché si attende dalla Regione Veneto la nomina del proprio rappresentante con voto deliberativo. Nell’assemblea a venti siedono, come rappresentanti istituzionali, Alessio Albertini (sindaco di Belfiore, in rappresentanza della Provincia di Verona) e Roberto Costa (sindaco Monteforte d’Alpone, rappresentante dei comuni del distretto).

Alle elezioni del 15 dicembre sono stati eletti i candidati di Coldiretti Verona per Consorzio di Bonifica Veronese: Claudio Valente, Francesco Occhi, Luca Melotti, Alex vantini, Giovanni Adami, Francesco Dolci, Matteo Birolli, Osvaldo Tadiello, Roberto Serpelloni, Riccardo Luca Bonfante, Andrea Bedoni, Raffaele Pettene, Simone Lucchini e Renzo Bonizzato . Per il Consorzio dell’Alta Pianura Veneta erano stati eletti: Pierangelo Casanova, Valentino Gambaretto, Marco Tessari, Stefano Berton, Moreno Cavazza, Mirco Faccio e Alessandro Lunardi.