Semaforo verde dalla Conferenza Stato – Regioni al bonus per l’imprenditoria femminile in agricoltura con un fondo rotativo da 15 milioni di euro per garantire mutui a tasso zero per le donne che sono imprenditrici agricole o che lo vogliono diventare.

Le agricoltrici di Coldiretti Verona plaudono all’approvazione della misura che favorire gli investimenti al femminile nel settore primario, dove una impresa su tre è donna.

“Uno strumento fortemente voluto da Coldiretti – spiega Chiara Recchia responsabile provinciale di Donne Impresa – che favorisce una politica di investimenti e incentiva lo sviluppo della capacità imprenditoriale rosa.

In Veneto e nel veronese le imprese agricole a titolarità femminile sono il 30% e si caratterizzano per le migliori performance della multifunzionalità. Dagli agriturismi alle fattorie didattiche fino a quelle solidali la capacità creativa e l’offerta di beni servizi alla società è la più svariata.

“Non manca l’impegno nell’educazione e la formazione – commenta Chiara Recchia – le donne di Coldiretti svolgono un importante ruolo nelle scuole con il Progetto di Campagna Amica sviluppando lezioni in classe, visite guidate nelle aziende e nei mercati per sostenere una corretta alimentazione delle fasce giovanili.

Grazie alla presenza femminile cortili e aie diventano aule a cielo aperto per discipline scolastiche come scienze, geografia e storia. Tuttora, con protocolli e regolamenti sanitari applicati,  le operatrici agricole sono in prima linea nelle attività ricreative per i più piccoli attraverso campi verdi, centri estivi e servizio di agritate”.